vai alla pagina mediatorna alle news

Rassegna Medarte. Nuovi linguaggi del Mediterraneo 2005

18 Giugno 2005 Attività

Da quest’anno parte la rassegna di danza , musica, teatro “MEDARTE in Rocca” nuovi linguaggi del Mediterraneo, in collaborazione con la Fondazione Teatro di Pisa e Movimentoinactor Teatrodanza. La rassegna intende valorizzare uno dei luoghi di maggiore interesse storico-artistico del Comune di Montopoli in Val d’Arno: l’antica Rocca, posta all’apice di una splendida collina. Nel medioevo era estremo baluardo difensivo, oggi viene riscoperta e vissuta come luogo di arte, di cultura, di spettacolo. Il Comune di Montopoli è posto in una posizione strategica, crocevia di piccoli e grandi comuni della provincia di Pisa e Firenze, molto frequentati , peraltro, da turisti, durante la stagione estiva. MEDARTE non vuole essere solo un’occasione per loro e per il pubblico di passaggio, ma anche una proposta per coloro che abitano stabilmente questo territorio. Intende riscoprire un luogo appartenente alla memoria di una comunità , promuovendo eventi di rilievo, creati , in maniera specifica per la Rocca. Costituire le premesse perché i nuovi linguaggi dell’arte si incontrino, fondendosi con il paesaggio e l’architettura. Un luogo dove la creazione possa arricchirsi dei sedimenti stratificati in questa nostra cultura mediterranea, la cultura dell’olivo e del vino. Riattivare , quindi, significati del passato, alla luce di una sensibilità contemporanea. Ci auguriamo che il pubblico possa gradire queste proposte e che quest’anno si possano costruire le fondamenta per interessanti sviluppi futuri.

Il Sindaco Alessandra Vivaldi L’Assessore alla Cultura Aldo Filippi

Il progetto Medarte nasce dalla fattiva collaborazione iniziata quest’anno fra la nostra associazione e compagnia Movimentoinactor e il Comune di Montopoli Val d’Arno e dalla sensibilità dei suoi amministratori che hanno saputo, pur in un periodo di difficoltà generali per la cultura, credere nella promozione e nello sviluppo delle arti come elemento fondamentale di crescita di una comunità e nella sempre maggiore apertura alle relazioni e agli scambi in ambito nazionale e internazionale. Da circa diciotto anni la nostra compagnia porta avanti un lavoro di ricerca sul rapporto fra danza e musica dal vivo e sul confronto tra coreografia contemporanea e culture di danza e musica del Mediterraneo. Medarte rappresenta un punto avanzato della nostra esperienza in questo campo, foriera di sempre nuove forme. Nell’ambito di Medarte vengono proposti due eventi: il primo, Senza spazio né tempo , è uno spettacolo che viene prodotto in esclusiva per la Rocca di Montopoli, pensato per questo luogo e per le sue caratteristiche di storia, architettura, paesaggio, si avvale della costruzione musicale di due musicisti di respiro internazionale: Eugenio Colombo (sassofono e flauto) e Carlo Rizzo (tamburelli) che insieme rappresentano un duo di grande potenza espressiva e forza di coinvolgimento. La seconda proposta è rappresentata dallo spettacolo Nell’attesa…, in cui l’elemento musicale è costituito dalle percussioni di Giovanni Canale, dalle sonorità di intensa suggestione e varietà emotiva.

Flavia Bucciero

CALENDARIO

Sabato 18 giugno 2005

Movimentoinactor Teatrodanza

                       Senza spazio, né tempo

                

Prima nazionale

Coreografia Flavia Bucciero

Musica dal vivo Eugenio Colombo (sassofono e flauto), Carlo Rizzo (tamburelli)

Danzatori/interpreti Flavia Bucciero, Eleonora Gianni, Ignazio Nurra, Alessandra Pugliese

Disegno Luci Riccardo Tonelli

Lo spettacolo nasce per l’antica rocca di Montopoli. Un luogo dove l’immaginazione oltrepassa i confini dello spazio e del tempo. Dove il passato e il futuro convergono, dove la vista può spaziare all’infinito e al tempo stesso si sofferma sui segni lasciati dall’uomo.

Nasce da un soffio, da un battito, questo spettacolo di danza e musica dal vivo. Da un respiro che passa per il sassofono, da un battito che nasce dalle percussioni e attraverso il corpo dei danzatori diviene forma, materia. La musica e la danza agiscono su territori comuni, in cui ogni pausa, ogni vibrazione si riverbera dall’una all’altra, come in un’ unica, comprensiva matafora creativa . Una genesi che continuamente si sviluppa in nuove forme, dalle sonorità ora arcaiche, ora mediterranee, ora jazzistiche e contemporanee. Si fa movimento ora fluido e sensuale, ora sincopato e rapido, seguendo un percorso che è quello degli umori infinitamente mutevoli dell’ uomo e della natura, nella loro essenza profonda. Tutto, infinitamente, nasce, si traforma, si esaurisce in un respiro, in un battito.

Sabato 2 luglio 2005

Movimentoinactor Teatrodanza

                               Nell’attesa…

                

Regia e Coreografia Flavia Bucciero

                  Musica   dal vivo (percussioni)     Giovanni Canale

 Scenografia e costumi      Beatrice Meoni

                

Immagini Roberto Martini

Disegno Luci Riccardo Tonelli

Realizzazione elementi scenici Laboratorio Scenotecnico Teatro Verdi di Pisa

Danzatori interpreti Flavia Bucciero , Ignazio Nurra , Andrea Omezzolli Alessandra Pugliese, Gaia Eboli

L’attesa di beckettiana memoria, la dualità tra l’essere e l’apparire, la necessità di calzare a tutti i costi abiti in cui stiamo stretti e che non ci corrispondono, l’abitudine infranta dal defragare dell’universo onorico, del desiderio riposto, della follia che non sta più alle regole del gioco. “Nell’attesa…” è una trama di gesti, di gesti quotidiani, di gesti qualsiasi, abituali, in una situazione qualunque, in cui condividiamo, casualmente, con altri sconosciuti, schegge di vita, l’attesa, l’illusione che qualcosa possa avvenire. Popolano questo mondo, piccoli, banali suoni, conosciuti e familiari che diventano partitura musicale, integrandosi alle percussioni eseguite dal vivo. Ma ecco che nella quotidianità si aprono degli squarci, si genera il desiderio di spogliarsi delle consuetudini, di togliersi strati, di arrivare al nocciolo, al denudamento interiore. Il vero accadimento si rivela essere quello intimo. La quotidianità, il sogno, il tentativo di uscire dalle regole, la necessità di dovervi rientrare, la realtà, l’irreale, diventano i fili di questa trama.

Eugenio Colombo è noto per la sua attività di musicista e compositore. E’ insegnante di sassofono presso il conservatorio di Frosinone. Fra le sue composizioni principali citiamo “Giuditta” , oltre alle colonne sonore per film e documentari. Di lunga data la sua collaborazione con la compagnia Movimentoinactor, per cui ha composto le musiche delle coreografie, per diversi spettacoli, fra tutti si ricorda “Il Minotauro infranto” . Ha suonato con musicisti di grande rilievo, tra i quali : G.Schiaffini, B.Tommaso, G.Gaslini, M.Schiano, M. Mengelberg, M.Joseph, A.Curran, B.Konrad, E.Jost, E.Parker, S.Lacy . E’ uno dei musicisti fondatori dell’ Italian Instabile Orchestra.

Carlo Rizzo italiano di nascita, francese di adozione, collabora da lungo tempo con Luigi Cinque, con cui ha realizzato il disco “Tarantula”. Collabora con numerosi musicisti italiani, tra cui Giovanna Marini, Gianluigi Trovesi, Rita Marcotulli, Lucilla Galeazzi, Ambrogio Sparagna, Elena Ledda, Riccardo Tesi. Ha creato il tamburello politimbrico e il tamburello multitimbrico, che permettono interessanti cambiamenti di timbri e che sviluppano anche possibilità melodiche. Sviluppa un suo modo originale di fare improvvisazione, grazie allo studio di specifiche tecniche ritmiche Orientali (musiche dell’India, dell’Iran e del Mondo Arabo).

Giovanni Canale batterista, percussionista, polistrumentista (clarinetto, flauto, nay, shakubachi). Ha suonato con il contrabbassista americano Donald Rafael Garrett e con il contrabbassista tedesco Peter Kowaid. Ha suonato con il gruppo di percussionisti africani Sam Sam Faye (Griot del Senegal), partecipando a numerosi festivals. Ha tenuto lezioni di improvvisazione musicale per la New York University School (Summer Stage in Italy). Collabora alla parte musicale degli spettacoli di compagnie di teatro e danza. Ha sempre affiancato alla sua attività concertistica, un’intensa attività didattica e di musicoterapeuta in diverse scuole e istituzioni della regione Toscana .

Movimentoinactor Teatrodanza nasce nel 1987 a Pisa, fondato da Flavia Bucciero coreografa, danzatrice e danzaterapeuta ( già allieva di Etienne Decroux, di Christian Trouillas del Tanztheater di Pina Bausch, di Ko Muroboushi, di Maria Fux, di Lilia Bertelli ecc…). Da allora la compagnia ha iniziato un’intensa attività didattica, seminariale, di produzione e rappresentazione di spettacoli. Hanno collaborato col Movimentoinactor, costruendo la parte musicale degli spettacoli prodotti, musicisti di rilievo nazionale e internazionale, fra i quali: Eugenio Colombo, Giovanni Canale, Michele Rabbia, Paolo Fresu, Furio Di Castri, Giovanni Maier, Pierre Marcault, Pietro Tonolo. Le produzioni del Movimentoinactor si sono , quindi, caratterizzate per la composizione musicale originale , per lo stretto rapporto di costruzione musica-danza, e per l’esecuzione dal vivo della musica. Altra linea conduttrice dell’attività di creazione del Movimentoinactor riguarda lo studio e l’analisi della gestualità delle danze del Mediterraneo e orientali (nordafricana, spagnola, greca, indiana, tammurriata, ecc…) e della ricerca delle relazioni stilistiche e coreografiche che possono realizzarsi con la danza contemporanea. Ha collaborato con il New Music and Dance Ensemble della New York University (diretto, per la danza, da Douglas Dunn) per la didattica e la creazione coreografica, durante i corsi estivi tenuti a Pisa. Dal 1998 collabora con la Fondazione Teatro di Pisa alle attività di programmazione (per quanto riguarda la danza di altre culture), didattica, formazione del pubblico e promozione della danza. Dall’aprile del 2000 è in residenza coreografica presso il Teatro Verdi. La Compagnia ha interpretato le danze , per la coreografia di Flavia Bucciero, dell’Opera “Turandot” (scenografia Pietro Cascella , regia Daniele De Plano) prodotta per il 50° Festival Pucciniano di Torre del Lago (LU), nel luglio 2004. Dal 2000 realizza anche un’attività di produzione di spettacoli per l’infanzia e le giovani generazioni. Realizza laboratori e spettacoli per le scuole dalle materne alle medie e per l’Istituto d’Arte di Pisa F. Russoli, con cui porta avanti dal 1999 un progetto di formazione e di produzione, caratterizzato dall’ interazione dei linguaggi dell’arte. Il Movimentoinactor conduce stabilmente corsi e laboratori di danza contemporanea (teatrodanza). Realizza progetti di danzaterapia (metodo Maria Fux) in contesti di disagio sociale e disabilità ( movimentoinactor@tiscalinet.it; www.movimentoinactor.it )

MEDarte in Rocca Nuovi Linguaggi del Mediterraneo
Direzione Artistica: Flavia Bucciero Capo Ufficio Stampa: Rita Pertici Dirigente organizzativo: Michele Valori Allestimento e assistenza tecnica: Fondazione Teatro di Pisa Direttore allestimento: Piero Benetti Progetto luci : Riccardo Tonelli Assistenza audio e video: Franco Puccini

(correggere i referenti della rassegna: Michele Valori, ecc…)

Gli spettacoli iniziano alle ore 21 e 30, presso il Teatro all’aperto della Rocca di Montopoli

INGRESSO € 5 In caso di pioggia gli spettacoli si svolgeranno presso la sala Pio XII

Per informazioni: Comune di Montopoli Val d’Arno Tel. : 0571- 449844 Fondazione Teatro di Pisa Tel. 050941111

vai alla pagina mediatorna alle news